INFO CONTATTI: 010.0899602 - 010.0899603 - 392.5304268 - OPPURE CLICCATE QUI

Doping, Corso Psicologia Sport Genova, Centro LiberaMenteSono stati presentati dalla Commissione per la vigilanza ed il controllo del doping i dati 2011 relativi alla lotta al doping: dei 1676 atleti controllati 52 sono risultati positivi (circa il 3,1%) con la prevalenza di maschi positivi più che doppia di quella delle donne. Le sostanze più usate sono diuretici e agenti mascheranti, seguite dagli stimolanti. Il ciclismo è stata la disciplina sportiva più controllata, quasi il 40% dei controlli, seguono calcio, pallacanestro e nuoto. Il ciclismo ha una prevalenza di positivi al di sopra della media col 4,4%, va posta attenzione anche alle percentuali di positivi riscontrate in sport “minori” quali la pesistica e cultura fisica (9,7%), l’Handball (6,3%) e il Rugby (5,0%). Rispetto all’età degli atleti positivi al doping notiamo che, la prevalenza maggiore di positività ai test antidoping è rilevata in atleti con età superiore ai 44 anni. Oltre il 63% degli atleti è risultato positivo ad un unico principio attivo, il 31% è risultato positivo a due sostanze e 2 atleti sono risultati positivi a 6 sostanze contemporaneamente. I dati che riguardano l’uso di farmaci consentiti (fenomeno della medicalizzazione dell’atleta) indicano che il 42,6% ha usato nel 2011 farmaci antinfiammatori, il 7,2% antiasmatici, il 7,1 farmaci per le malattie da raffreddamento. Più della metà degli sportivi, inoltre, ha assunto prodotti salutistici e integratori (58,8%).

Fonte: www.iss.it

»